Dai pistacchi un aiuto naturale per mantenersi in forma

Diversi studi scientifici confermano l’efficacia dei pistacchi e della frutta secca
nell’aiutare il controllo del peso

Milano, 2 luglio 2012 – Versatili in cucina per la creazione di ricette sfiziose e golose; ideali come spezza fame da portarsi dietro per i momenti in cui si ha bisogno di ricaricarsi di gusto ed energia; perfetti come snack per chi pratica attività sportiva.
I pistacchi sono ricchi di nutrienti come proteine, carboidrati, grassi “buoni”, fibre, vitamine e minerali che favoriscono il benessere generale dell’organismo.
Un alimento naturale, buono e dalle tante qualità benefiche che, secondo recenti ricerche in ambito medico-scientifico, ha dimostrato di avere effetti positivi anche sul controllo del peso.

L’American Pistachio Growers (l’Associazione americana dei produttori di pistacchi) nell’ambito della campagna di comunicazione che si sta svolgendo in Italia, Francia, Germania, Regno Unito, Giappone e Cina con l’obiettivo di far conoscere le caratteristiche nutrizionali e i benefici salutari dei pistacchi americani, segnala uno studio scientifico pubblicato su Journal of the American College of Nutrition* da cui emerge che, all’interno di una dieta dimagrante, il consumo di pistacchi può avere effetti positivi sul controllo del peso.

Lo studio è stato condotto su un campione di 52 persone in sovrappeso divise in due gruppi con l’obiettivo di studiare gli effetti del consumo di pistacchi sul peso corporeo e sui livelli di lipidi nel sangue. A entrambi i gruppi è stata somministrata, per 12 settimane, una dieta ipocalorica con 500 kcal in meno rispetto alle necessità individuali. Nella dieta di uno dei due gruppi è stato incluso il consumo di 53g (240 kcal) di pistacchi salati, mentre nell’altro gruppo, al posto dei pistacchi sono stati somministrati 56g di bretzel salati corrispondenti a 220 kcal. A conclusione dello studio, entrambi i gruppi avevano perso peso, ma chi aveva mangiato i pistacchi ne aveva perso di più con effetti benefici anche sui livelli di trigliceridi del sangue che risultavano più bassi rispetto all’altro gruppo cui venivano somministrati i bretzel.

“Risultati importanti” – conferma Giorgio Donegani, esperto in nutrizione ed educazione alimentare e Presidente di Food Education Italy – “che confermano i benefici per la salute della frutta a guscio e in particolare dei pistacchi. Effetti già noti e riconosciuti presso la comunità scientifica che però spesso sono messi in secondo piano dalla convinzione comune che la frutta secca faccia ingrassare. In realtà, un consumo moderato di questi alimenti non solo aiuta a controllare il peso, ma contribuisce anche a migliorare il profilo lipidico del sangue”.

Uno altro studio pubblicato sull’Asia Pacific Journal of Clinical Nutrition** ha evidenziato per esempio come il consumo di semi, pistacchi inclusi, possa aiutare a mantenere il peso forma facendo leva sul senso di sazietà che questi alimenti inducono. L’associazione di proteine e fibre, entrambe abbondanti nei pistacchi, tende di per sé a saziare, mentre la consistenza solida, che obbliga a masticare, allunga i tempi di assunzione lasciando il tempo necessario perché si attivi il senso di sazietà. Inoltre, il fatto che i pistacchi debbano essere sbucciati fa sì che vengano consumati più lentamente. Uno studio pubblicato su Appetite *** ha dimostrato che, l’avere sotto gli occhi i gusci vuoti, aiuta a rendersi conto delle quantità ingerite e a controllarne il consumo.

Infine, la percezione comune del fatto che il consumo frequente di frutta a guscio possa incidere negativamente sul peso corporeo è confutata da un imponente studio pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition**** della durata di 8 anni, che ha coinvolto più di 50.000 donne di età compresa tra i 20 e i 45 anni. Interrogate sul loro consumo di semi, inclusi pistacchi, le donne che ne mangiavano due o più porzioni la settimana, tendevano a pesare meno delle altre.

10 semplici regole per mantenersi in forma – A cura di Giorgio Donegani

1 Variare il più possibile l’alimentazione quotidiana
2 Consumare ogni giorno almeno 5 porzioni di prodotti ortofrutticoli freschi (frutta e verdura)
3 Consumare quotidianamente almeno una porzione di frutta a guscio
4 Mangiare a orari regolari consumando tre pasti principali (prima colazione, pranzo e cena) intercalati da uno spuntino a metà mattina e da una merenda pomeridiana
5 Bere ogni giorno almeno 8 bicchieri d’acqua
6 Limitare al minimo e se possibile evitare completamente l’assunzione di bevande alcoliche
7 Limitare il più possibile il consumo di zucchero e alimenti dolci
8 Preferire le cotture con pochi grassi aggiunti
9 Preferire l’olio extravergine d’oliva come grasso di condimento
10 Praticare una regolare attività fisica (è sufficiente camminare ogni giorno per 40 minuti a passo veloce)

* Z Li, R Song, C Nguyen, A Zerlin, H Karp, K Naowamondhol, G Thames, K Gao, L Li, CH Tseng, SM. Henning, D. Heber, Pistachio nuts reduce triglycerides and body weight by comparison to refined carbohydrate snack in obese subjects on a 12-week weight loss program. J. Am. Coll. Nutr., 2010

** RD Mattes, ML Dreher. Nuts and healthy body weight maintenance mechanisms. 2010. Asia Pac. J. Clin. Nutr., 2010

*** K Kennedy-Hagan, JE Painter, C Honselman, A Halvorson, K Rhodes, K. Skwir, The effect of pistachio shells as a visual cue in reducing caloric consumption. Appetite,2011

**** M Bes-Rastrollo, NM Wedick, MA Martinez-Gonzalez, TY Li, L Sampson, FB Hu, 2009. Prospective study of nut consumption, long-term weight change, and obesity risk in women. Am. J. Clin. Nutr., 2009

American Pistachio Growers
American Pistachio Growers è un’associazione commerciale di carattere agricolo formata da volontari che rappresenta i coltivatori di pistacchi, coloro che li lavorano e i partner del settore in California, Arizona e New Messico. Complessivamente questi stati costituiscono il 100% della produzione commerciale di pistacchio statunitense. Solo la California produce il 98% del totale con i suoi 245.000 acri sparsi in 22 contee. Qui ci sono 800 coltivatori di pistacchi e il valore netto di produzione annuo per la California è pari a 1,16 miliardi di dollari. Le aree d’azione principali dell'associazione sono: attività di ricerca sugli aspetti nutrizionali del pistacchio; gestione dei Public Affairs; sviluppo di nuovi prodotti; promozione delle proprietà benefiche per la salute dei pistacchi. Guidata da un consiglio di amministrazione di 18 persone, l’American Pistachio Grower si trova a Fresno, in California, e fornisce i servizi fondamentali per i coltivatori di pistacchi americani.
Per maggiori informazioni: www.AmericanPistachios.org

Per ulteriori informazioni:

Ufficio Stampa American Pistachio Growers
Noesis Comunicazione
Antonella Nasini – Sara Smedile - Tel. +39 02 831051.1
americanpistachios@noesis.net

segue…

La ricetta di Omar Allievi con i pistacchi americani

Trancio di tonno in crosta di pistacchi con indivia belga e mela verde laccate con soya e miele

Ingredienti (4/6 persone)

200 gr di tonno a trancio possibilmente spesso
1 albume
100 gr di semola rimacinata mista a farina 00
150 gr di granella di pistacchi naturali
1 mela verde
3 cespi piccolini di indivia belga
50 gr di soya
50 gr di miele

Preparazione

Montare l’albume fino a renderlo schiumoso. Passare il trancio di tonno prima nel misto di farina e semola rimacinata, nell’albume e per ultimo nella granella di pistacchi.
Compattare bene il tutto e scottare in padella facendo dorare la crosta di pistacchi. Togliere dalla padella e fare raffreddare.
Tagliare l’indivia belga a julienne e saltarla in padella con la mela verde precedentemente tagliata a cubetti. Bagnare con la soya ed il miele stemperato con un goccio di acqua calda, far asciugare e togliere dal fuoco. Disporre sul piatto il fondo di belga e mele e adagiare sopra il trancio di tonno tagliato a fettine.

Sara Smedile
Noesis Comunicazione
+39 02 831051.1
americanpistachios@noesis.net

Contact Us

American Pistachio Growers

9 River Park Place East, Suite 410
Fresno, CA 93720
Telephone: 559.475.0435
Facsimile: 559.475.0624
www.AmericanPistachios.org